Skip to content

La Chiesa di San Giuseppe e le Anime del Purgatorio

La Chiesa di San Giuseppe e le Anime del Purgatorio

La chiesa di S. Giuseppe e le Anime del Purgatorio, comunemente detta del Purgatorio, venne costruita nella prima metà del Settecento. I lavori di costruzione terminarono nel 1747.

La chiesa fu sede della congregazione femminile laica del Terz’Ordine e rimase aperta al culto fino al 1954. Successivamente, venne aperta in particolari occasioni. Nel 1958-59 venne adibita a cine-sala parrocchiale per assistere al programma scolastico-televisivo “Telescuola” . 

A seguito del terremoto del 1969 la chiesa fu dichiarata inagibile e fu abbattuta la cella campanaria considerata pericolante. Durante gli anni ’70-’80 fu sede del gruppo scout e, successivamente, divenne deposito parrocchiale. Nel 2003 iniziarono i lavori di restauro che permisero la riapertura al culto l’anno successivo e sino al  2013 per interessamento del vicinato, che la rese funzionale sia per  le celebrazione sia per alcune attività pastorali, sono state recuperate e restaurate alcune opere al suo interno. Dal 2015 al 2019 è stata nuovamente sede, seppur temporaneamente, del gruppo scout che nel 2018 ha ripulito e aperto al pubblico la cripta sotterranea.

La cripta

Sotto la chiesa si trova la cripta, un locale angusto costruito direttamente sulla roccia. Sono ancora visibili le nicchie in muratura e i canali di scolo incisi sulla pietra. Si tratta dunque del tipico ambiente per l’essicazione dei cadaveri in cui i corpi, sostenuti all’interno delle nicchie, venivano privati naturalmente dai liquidi corporei che defluivano all’esterno attraverso un sistema di canali.